Alternativa Libertaria_FdCA

 sep_16_2016_n14

la Tsumud/persistenza di 13 anni di lotta unitaria andrà avanti finchè sarà necessario*

Non è che gli Ebrei comandino sugli Stati Uniti… quanto che Israele gioca un ruolo essenzale nella lotta imperialista tra USA e Russia. Sebbene il petrolio sia meno importante per l’economia USA lo è ancora per i suoi partners. La classe dirigente imperialista occidentale è venuta ai funerali di Peres perchè Israele si è data da fare a far ritornare l’Egitto nella sfera d’influenza degli USA. Perchè ha protetto la Giordania dalla Siria filo-russa, ha buttato fuori la Siria dal Libano per un po’… e fornito importanti servigi in tutto il mondo. Dunque, la lotta contro l’apartheid israeliana è molto più dura di quella che si fece per abolirla in Sud Africa. Ad ogni modo, qui abbiamo la lotta unitaria non armata, decine di migliaia di attivisti internazionali che vengono qui per partecipare e tornano a casa con la fiaccola della lotta. Gli Ebrei Israeliani che ogni settimana partecipano alla lotta unitaria rifiutano le false accuse di “anti-semitismo”.

Bil’in

30-9-16, Nove Israeliani con Anarchici Contro il Muro, 10 internazionali e giovani dei villaggi vicini si sono uniti a due dozzine di attivisti locali per la manifestazione del venerdì contro i coloni e contro l’occupazione. Dopo il concentramento al parco di Abu Lamun vicino al muro della separazione, ci siamo diretti cantando verso il cancello del muro. Lì i compagni hanno iniziato a bussare sul cancello come si era fatto nelle precedenti manifestazioni. Questa volta, dopo un bel pezzo, le forze di stato hanno aperto il cancello ed hanno iniziato a maltrattare i manifestanti con fermi, minacciando di fare arresti, controllando i documenti… e le auto – sia vicino al cancello che lungo la via per il villaggio. “Alla protesta di oggi a Bil’in, le forze di occupazione israeliane hanno aggredito i circa 50 manifestanti, arrestando due giovani del vicino villaggio di Kharbata e di Bil’in Abd Fatah.” Dopo un po’ e tante minacce di arresti futuri rivolte ai manifestanti, i fermati e le auto sono state rilasciate mentre sui documenti elettronici di Israele risultava “in stato di arresto”. https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10209360782629519/ https://www.facebook.com/abdallah.aburahma.3/posts/1134286979990944 https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1021572834608715 https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1021571291275536 https://www.facebook.com/drrateb.aburahmah/posts/10210640353067963 https://www.facebook.com/anatllanat/posts/975409822568247 http://www.maannews.com/Content.aspx?id=773364

22-9-16 Bil’in, un’altra manifestazione tranquilla del venerdì. 5 Israeliani con gli Anarchici Contro il Muro, 6 internazionali, e 20 residenti hanno partecipato alla manifestazione settimanale contro il muro della separazione, contro i coloni, e contro l’occupazione. Mentre stavamo convergendo per la manifestazione, i soldati israeliani hanno sgomberato dei giovani coloni dall’area al di là del muro per evitare qualsiasi scontro… e poi si sono nascosti dietro il muro. Una parte di noi è partita dal villaggio, altri sono andati direttamente al parco di Abu Lamun dove abbiamo manifestato insieme vicino al muro e lungo di esso fino al cancello. Lì abbiamo fatto una sorta di festa – bussando sul cancello e altro. Dato che i soldati se pur sfidati non si facevano vedere, siamo rimasti lì solo mezz’ora prima di far ritorno al villaggio. La ritorsione delle forze di stato è giunta come al solito con raid notturni nelle case degli attivisti nelle notti successive. https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1016088141823851 https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1016087038490628 https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10210504168143610 https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10210503375203787 https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10209282820440513/

16-9-16 Sei Israeliani con gli Anarchici Contro il Muro insieme a decine di internazionali si sono uniti con gli attivisti locali per la 601esima manifestazione del venerdì nella seconda metà del dodicesimo anno di lotta a Bil’in contro il muro della separazione, contro i coloni e contro l’occupazione. Come nella settimana precedente, le forze israeliane non si sono viste… Dopo aver manifestato e cantato per tutto il percorso fino al muro e lungo di esso e fino al cancello chiuso, qualcosa è successo: dei giovani hanno scalato il muro per metterci una bandiera palestinese sulla sommità. Alcuni soldati si sono fatti vedere per un attimo ma poi se ne sono andati dopo una sassaiola su di loro. Dopo aver a lungo picchiato contro il muro, siamo ritornati al villaggio – stanchi ma per lo più soddisfatti. https://www.facebook.com/drrateb.aburahmah/posts/10210510157293150 https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10209243377814472/ https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1011041108995221 https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1011040902328575 https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1011042548995077?ref=notif https://www.facebook.com/Mohammed.Yasin.photography/posts/753760304763334

2-9-16 Questo venerdì un altro esempio della nuova politica delle forze di stato israeliane. Mentre stavamo convergendo sul margine occidentale del villaggio, le forze di stato che erano lì con le loro Jeeps come al solito vicino alla strada del vecchio muro della separazione, se ne sono andate via, come due settimane fa, in una sorta di invito per noi a proseguire verso il cancello del nuovo muro della separazione. Questa volta, c’erano 8 Israeliani e circa 10 internazionali con i residenti in corteo…. ma verso il posto che noi avevamo scelto – cioè il muro vicino al parco di Abu Lamun, a sud del cancello. Come al solito abbiamo cantato e sventolato le bandiere per tutto il percorso verso il muro. La frustrazione ha colto le forze israeliane che ci aspettavano al cancello: hanno perso la pazienza e sono venute verso di noi con la solita aggressività: dichiarando l’area zona militare chiusa, ordinandoci di ritornare al villaggio e minacciando di fare arresti. Dato che eravamo stanchi dopo il lungo percorso e per il caldo, non li abbiamo sfidati troppo a lungo e siamo ritornati al villaggio.

https://www.facebook.com/hamde.a.rahma/posts/1744678559135847
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/952401491535747
https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/999949313437734
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/posts/10209121795294985

26-8-16 manifestazione del venerdì, un altro anello nella catena lunga 12 anni. 9 Israeliani e 10 internazionali si sono uniti a residenti in una della manifestazioni più tranquille. Questa volta come nella maggior parte delle manifestazioni dell’ultimo anno, le forze israeliane ci hanno aspettato vicino al monumento di Bassem (Fil) – bloccandoci la strada verso le terre liberate e verso il nuovo muro della separazione. Siamo partiti dal villaggio sventolando le bandiere e cantando fino a che siamo arrivati lì. Come al solito hanno dichiarato l’area zona militare chiusa e proibita… ma ci hanno fatto avanzare fin dove se ne stavano in linea senza dirci di ritirarci, senza minacciarci di arresto e nemmeno costringendoci a ritirarci. Dopo un bel pezzo abbiamo iniziato a far ritorno al villaggio. https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/videos/10209059052086444/ https://www.facebook.com/iyad.burnat/posts/1401338516547174 https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/994471370652195 https://www.facebook.com/anatllanat/posts/946579395451290 https://www.facebook.com/Mohammed.Yasin.photography/posts/743454585793906 https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10210242887371754

KAFR QADDUM

Venerdì 26-8-16 Lunga e pericolosa situazione oggi con gravi scontri, lacrimogeni, bombe assordanti, proiettili di gomma e proiettili “regolamentari”… ma fortunatamente nessuno è rimasto seriamente ferito.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1271807689507948.1073742078.271405776214816&type=3

Ni’ilin

08/26/2016
israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=V8WLtc1p5VA https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10154512561422500 9.9.2016 israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=HhPrz2nz3Yw

16-9-16

https://www.facebook.com/muhamed.ameera/posts/1168156936590039 israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=ltx1klIrSAM David Reeb https://youtu.be/lJ433AXlZeE https://antinarrativeblog.com/2016/09/17/%D9%86%D8%B9%D9%84%D9%8A%D9%86-nilin-16-9-2016/ http://imemc.org/article/dozens-march-in-bilins-weekly-nonviolent-protest/

22-9-16 https://www.facebook.com/muhamed.ameera/posts/1175139205891812 israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=cqPwAa5z8tY https://antinarrativeblog.com/2016/09/24/%D9%86%D8%B9%D9%84%D9%8A%D9%86-nilin-23-9-2016/

30-9-16 https://www.facebook.com/muhamed.ameera/posts/1182912368447829 israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=_OMBVIl-F5k

About Author

webmistress

webmistress

Ultimo aggiornamento 8/01/2020
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Andrò in prigione di nuovo – di Jonathan Pollack

    La prigione del campo di Ofer. Ai colleghi palestinesi non “capitano” le condizioni relativamente favorevoli dei tribunali israeliani. Sono passati quasi nove anni dall’ultima volta che sono stato incarcerato per

  • Arrestato Jonathan Pollack, attivista di Anarchici contro il Muro

    Lunedì 6 gennaio è stato arrestato  Jonathan Pollack,  attivista israeliano. Jonathan è stato uno dei primi refusenik e tra i fondatori di  Anarchici contro il muro. Era stato denunciato da

  • Nicoletta libera subito!

    Il 2019 si chiude con un atto inaccettabile ed inqualificabile come quello dell’arresto di Nicoletta Dosio, l’attivista No Tav condannata perchè durante una manifestazione in Val di Susa aveva aperto

  • RIPARTIRE DALLE LOTTE PER MIGLIORI CONDIZIONI DI VITA PER BATTERE RAZZISMO, FASCISMO, POPULISMO.

    Da sempre la politica parlamentare italiana ha riservato colpi di scena e sorprese, ma questa volta dobbiamo ammettere che il trasformismo espresso nell’ultima crisi governativa ha superato ogni previsione visto

  • Dichiarazione del rilancio del Coordinamento Anarchico Latino Americano (CALA)

    Pubblichiamo a seguire il comunicato delle nostre organizzazioni sorelle latinoamericane. Ricordiamo al pubblico italiano che l’especifismo è la denominazione dell’anarchismo latinoamericano, sviluppatosi autonomamente dalle lotte del sindacalismo rivoluzionario di inizio

  • Dalla stagione delle lotte operaie e studentesche alla strategia della tensione

    Sono passati 50 anni da quel 12 dicembre del 1969, quando a Milano in Piazza Fontana scoppiò una bomba nella Banca Nazionale dell’Agricoltura e fece una strage di vittime innocenti,

  • Eppur la nostra idea….

    La strage di Piazza Fontana arriva con alle spalle un decennio di lotte operaie e giovanili. Un decennio in cui la rabbia delle nuove generazioni operaie, costrette a spostarsi dal

  • La strage è di Stato

     Venerdì 12 dicembre 1969 il giorno della strage di Piazza Fontana. La notte del 15 dicembre l’assassinio di Pino Pinelli. Due date che segnarono in maniera indelebile la generazione che

  • Prima della bomba

    Una breve CRONOLOGIA di avvenimenti che precedono la strage e l’assassinio di Giuseppe Pinelli. 28-29-30 giugno 1960. Genova manifestazioni di protesta per impedire il congresso del Movimento Sociale Italiano, partito

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di di Piazza Fontana,a 50 anni dalla strage. PER SCARICARLO  PER RICHIEDERLO   Correlati



 

Forum