Alternativa Libertaria_FdCA

umutfiratCompagno Umut Fırat non sei da solo

In un tempo in cui le lacrime non si sono asciugate e  la rabbia non si è ancora placata per le città distrutte dai carri armati e dai bombardamenti, per le centinaia di persone uccise, per le migliaia di vecchi, bambini, donne ed uomini feriti e sfollati, vivono nella nostra memoria le immagini dei colpevoli che si ricoprono di medaglie; in un tempo in cui i carri armati e gli aerei che hanno distrutto città ed ucciso le persone prendono di mira Ankara ed Istanbul lo scorso 15 luglio, gli eroi vengono accusati di tradimento nel giro di una notte. Migliaia di persone vengono stipate nelle carceri, decine di migliaia hanno perso il loro posto di lavoro.

“La pratica del colpo di stato reciproco che è una manifestazione della lotta di potere ai vertici dello Stato, ne ha rivelato la parte più oscura: quelle relazioni tra gangs, clero, sette che sono organizzati dentro lo Stato con i loro soldati, la polizia, magistrati apparentemente indipendenti della Suprema Corte e delle Cancellerie, procuratori generali e burocrati, ed il governo razzista, nazionalista, fondamendalista e settario che li usa per il suo potere da 15 anni. Il governo ha iniziato ad organizzare il suo contro-golpe per cementare il suo potere nonostante sia responsabile di tutto quello che abbiamo vissuto, ha aperto il processo di assegnazione dei guardiani nelle imprese per cambiarne il capitale, nei giornali e nelle TV per cambiarne le idee, nelle municipalità e nei partiti per cambiarne la politica, ed ha aumentato la sua repressione su tutta l’opposizione sociale. Mentre governa a colpi di decreti, manovra le masse che manipola con corni di guerra, e sta per cambiare tutta questa geografia in un mare di sangue per il suo potere, le sue ambizioni e per la sua follia.

In quanto essere umano, anarchico rivoluzionario, obiettore totale di coscienza, come individuo che ha passato 23 anni in una cella illuminata sotto il buio di una prigione, io vedo tutte le entità della struttura di potere capitalista, statalista, nazionalista, fondamentalista, settaria e patriarcale quali responsabili di tutto quello che sta succedendo. Inizio lo sciopero della fame per portare l’attenzione su tutto questo, sul prima e sul dopo, per dire che occorre organizzare nuove forme di lotta e di opposizione sociale e perchè si rifletta sulle mie scelte politiche, etiche e di coscienza.”
Umut Fırat Suvariogullari, il rivoluzionario anarchico in carcere, già redattore del giornale anarchico Meydan, “trasferito per esilio” dal carcere di Izmir Buca  a quello di Izmir Yenisakran T Type  numero 4, è al suo 39° giorno di sciopero della fame.
Considerando cosa succede in un luogo di oppressione e crudeltà quale è la prigione, i cambiamenti e gli eventi durante lo stato d’emergenza non costituiscono una sorpresa. Il rivoluzionario anarchico Umut Fırat è stato denudato durante le procedure di immatricolazione, ha opposto resistenza perchè il suo corpo veniva toccato senza la sua volontà, ha subito come punizione una restrizione nei colloqui per le visite. Inoltre, la sua identità di anarchico rivoluzionario è stata del tutto ignorata, è stato messo con altri 19 detenuti in una cella che ne può contenere 14, costretto a dormire su letti sporchi di sangue, costretto a stare per anni nelle celle di detenzione dei commissariati.
I rivoluzionari in carcere continuano a vivere in condizioni di restrizioni burocratiche e di deprivazione a causa del nuovo stato d’emergenza, che ha creato una prigione nella prigione, in cui le visite sono possibili due volte al mese per  45-50 minuti, in cui le petizioni vengono ignorate, in cui la repressione e la tortura sono continue.
Le condizioni carcerarie in cui si trova oggi il rivoluzionario anarchico Umut Fırat Suvariogullari sono le condizioni imposte a tutti i rivoluzionari incarcerati durante lo stato d’emergenza. Umut Fırat Suvariogullari, che è al suo 39° giorno di sciopero della fame per difendere la sua identità di rivoluzionario anarchico e per ottenere condizioni di vita sostenibili, sta continuando la lotta contro queste condizioni, per tornare ad essere libero con la sua lotta. Solidali con la sua lotta!

 

I cuori rivoluzionari distruggeranno le prigioni!
Compagno Umut Fırat non sei da solo!

 

DAF – Devrimci Anarşist Faaliyet (Azione Rivoluzionaria Anarchica)
Link esterno: http://anarsistfaaliyet.org/english/comrade-umut-firat-…lone/
(traduzione a cura di AL/fdca – Ufficio Relazioni Internazionali)

About Author

webmistress

webmistress

Ultimo aggiornamento 21/05/2019
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Ecosocialismo: riformista o rivoluzionario, statalista o libertario?

    Ecosocialismo: riformista o rivoluzionario, statalista o libertario? L’idea di un “Green New Deal” è stata sollevata in risposta alla minaccia del clima e della catastrofe ecologica. Due di queste proposte

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero potete trovare: -Europa -Una possibile lettura della fase -il cappio e il  collo PER SCARICARLO Correlati

  • Europa

    Il 26 maggio i cittadini italiani voteranno per eleggere il nuovo parlamento europeo, e saranno chiamati alle urne 400 milioni di elettori europei. Diverse centinaia di candidati sono pronti a

  • Morire di lavoro

    Uscire di casa per andare al lavoro e non tornare più. E’ successo ancora, questa volta a Cremona, dove un operaio di 28 anni, Marco Balzarini, ha perso la vita

  • Buon Primo Maggio

    Correlati

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero potete trovare: -Appunti per un contrattacco -Antifascismo e fasciocapitalismo -L’antisionismo non è antisemitismo PER SCARICARLO Correlati

  • 25 aprile –  dalla Sicilia

     Liberiamoci dal fascismo Liberiamoci dal capitalismo Non crediamo che la storia si possa ripetere come una fotocopia, però da essa provengono esperienze e insegnamenti utili a comprendere il presente. Il

  • 25 aprile- dalle Marche

     Comunicato congiunto Altro che superato….l’antifascismo oggi come ieri per noi significa resistenza viscerale da parte degli sfruttati di sempre verso il cane da guardia di chi ci opprime. E se

  • ALCUNE RIFLESSIONI SULLA TRAGEDIA DI ŌTAUTAHI/ CHRISTCHURCH

    Il 15 marzo scorso due moschee in Nuova Zelanda sono state attaccate da un suprematista bianco armato con quattro armi da fuoco. 50 persone sono state uccise, altre 50 ferite.

  • Fasciocapitalismo e Antifascismo

    Può essere che il fascismo, pur moderando certi suoi aspetti troppo irritanti e che feriscono il sentimento umano, resti e si consolidi come strumento di coercizione violenta, come una spada



 

Newsletter

Forum