Alternativa Libertaria_FdCA

Corteo Kurdistan 11febbraioLa rivoluzione iniziata da* compagn* nella Rojava, in quanto parte di un più vasto movimento di liberazione del popolo curdo e, tramite quest’ultimo, di tutti i popoli del Medio Oriente, è fonte di ispirazione per tutti coloro che anelano ad un mondo libero, uguale e giusto senza dominatori e dominati. Siamo di fronte ad una esperienza di democrazia diretta in cui ci sono le basi per un socialismo libero ed autogestito che rispetti l’ambiente e l’autonomia dei popoli. I socialisti libertari di tutto il mondo sentono che questa rivoluzione è la loro rivoluzione.

Oggi questa rivoluzione viene aggredita da una triplice minaccia costituita dall’imperialismo, dall’autoritarismo statalista e dalla reazione oscurantista, fanatica ed ultra-conservatrice che nasce dalle viscere della decomposizione creata dall’occupazione e dall’invasione delle terre dei popoli del Medio Oriente. Mentre la reazione oscurantista colpisce con le armi ottenute grazie all’imperialismo, le forze armate turche stanno erigendo una barriera militare di carri armati e cannoni allo scopo di schiacciare la popolazione curda, come tra l’incudine ed il martello. I/le nostri/e compagni/e nella Rojava stanno combattendo, armi in pugno, quale parte di una ampia mobilitazione di tutto il popolo contro questa triplice minaccia ed un perverso assedio, per difendere ciò che hanno conquistato con la loro lotta: la loro autonomia e la loro libertà. Ma non sono soli in questa battaglia. Sono con loro milioni di uomini e donne dallo spirito libero che gli si stringono intorno, sostenendoli e tenendo loro le mani nella lotta per il mondo nuovo che sta crescendo nei nostri cuori.

Da diverse parti del mondo, vogliamo dichiarare che la vostra lotta è anche la nostra. Noi siamo con voi, disposti a fare la nostra parte nella lotta per la trasformazione sociale universale, ora più necessaria che mai. Esigiamo la fine della repressione, il rilascio dei prigionieri politici e dei prigionieri di guerra, incluso Abdullah Öcalan, la fine della criminalizzazione internazionale dei rivoluzionari curdi ed il rispetto per l’autonomia delle comunità che stanno tenendo le redini del loro destino nelle loro mani. Siamo uniti nella lotta per la liberazione da tutte le forme di oppressione e di sfruttamento, per la costruzione di una nuova società libera ed uguale. Sosteniamo la vostra lotta per la società rivoluzionaria con tutti i mezzi necessari a mettere fine alla violenza dello Stato, del capitalismo, dell’imperialismo e del patriarcato.

11 Febbraio a Milano, a sostegno del federalismo democratico e per la liberazione i tutte le prigioniere e i prigionieri politici. Pace e giustizia per il Kurdistan, Libertà per Ocalan e per tutt*  prigionier* politic* in Turchia

Related Articles

Ultimo aggiornamento 22/04/2018
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Francia: colpire i ferrovieri per colpire tutto il mondo del lavoro

    Lunedi 26 febbraio il primo ministro francese Edouard Philippe ha annunciato che entro l’estate sarà portata a termine la riforma dei servizi pubblici che prevede tra le altre cose la

  • Per finirla con la guerra in Siria

    Negli ultimi giorni non si sente più parlare di Afrin, assediata e distrutta dal governo turco. Confusa nel massacro siriano senza fine, ora è alla ribalta il massacro di Duma, apparentemente

  • Bil’in, #Palestina Israele , marzo 2018

    13esimo anniversario della lotta contro l’occupazione, contro il Muro celebrato a Bil’in  venerdì 2 marzo 2018. 25 israeliani di Anarchici contro il Muro, molti attivisti internazionali dal West Bank occupato

  • Tortura e giustizia italiana. La Repubblica degli stoccafissi.

    Primavera 2018, un Pubblico Magistrato si sveglia e dice la verità. Non è un fatto usuale, perché nel nostro Paese (e anche altrove) ricordare verità scomode, chiedere che la “Legge

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di politiche migratorie, dell’assassinio dell’attivista brasiliana Marielle Franco e di Afrin PER SCARICARLO PER RICHIEDERLO   Correlati

  • Assassinio Politico, Terrorismo di Stato: Marielle Franco lotta con noi!

    Nella notte dell’ultimo mercoledi, 14 marzo, dopo essere uscita da un dibattito con altre donne nere, a Lapa [quartiere di Rio de Janeiro], Marielle Franco è stata vittima di una

  • Fermiamo il genocidio di Afrin!

    Il 20 gennaio l’esercito turco ha iniziato l’operazione militare paradossalmente chiamata ‘Ramoscello d’ulivo’, bombardando il cantone siriano di Afrin, assolutamente pacifico e sotto il controllo delle Forze Democratiche Siriane SDF

  • MODELLO CONTRATTUALE

    Dopo 2 anni, il primo incontro risale al gennaio 2016, e 4 stesure, si è arrivati al testo condiviso fra CONFINDUSTRIA E CGIL-CISL-UIL su nuovo modello contrattuale e relazioni industriali,

  • Palestina Israele: 13 anni di lotta contro il Muro

    Il 2 marzo 2018 a Bil’In si festeggiano i 13 anni di resistenza nonviolenta e di marce settimanali  popolari e unitarie contro il Muro e contro l’occupazione israeliana. A queste

  • Sulla manifestazione di sabato 10 febbraio  a Macerata

    Sabato 10 come anarchici/e saremo a Macerata a dimostrare la nostra contrarietà alla violenza fascista che vede quotidianamente la legittimazione politica e mediatica dell’odio razzista e della provocazione squadrista. Sui



 

Newsletter

Forum