Alternativa Libertaria_FdCA

GENOVA – CONTRO I LICENZIAMENTI COSTRUIRE PERCORSI DI UNITA’ E DI LOTTA

“Al posto degli uomini abbiamo sostituito i numeri e alla compassione nei confronti delle sofferenze umane abbiamo sostituito l’assillo dei riequilibri contabili.”

In questa maniera l’economista Federico Caffè fotografava la situazione del mondo del lavoro agli inizi degli anni 80. Situazione che, da allora, è solo peggiorata. Lo vediamo tutti i giorni in questa città, in cui il calvario di tanti lavoratori e lavoratrici passa attraverso un dedalo di precarietà (a salario ribassato ed improbabili turni di lavoro), spacciata sotto forma di “modernissimi” nuovi tipi di contratto. Si addensano nubi fosche anche su quelle categorie che parevano più tutelate, per le quali il machete liberista disbosca da tempo quei diritti ottenuti con decenni di lotte che negli ultimi 10 – 15 anni sono sotto duro attacco. La furia distruttrice, perpetrata attraverso decreti e leggi di tutti i governi (sia di centrodestra che di centrosinistra) che si sono sin qui succeduti , pare non si sia placata. Lo dimostra il fatto che si sta concedendo potere quasi illimitato di licenziamento, facendo assumere ai datori di lavoro quasi le sembianze di semidei con potere di vita e di morte sui lavoratori.

ericssonSolo a Genova, nelle ultime settimane, sono 40 alla Ericsson e 31 alla Gitiesse le procedure di licenziamento avviate. Si profila all’orizzonte una nuova Caporetto della dignità dei lavoratori e delle lavoratrici che ha molte madri e molti padri ancora, purtroppo, presenti ed “attivi” nel panorama politico nostrano, che cercano di riaccreditarsi come leader e dirigenti di sempre nuovi ma sempre vecchi soggetti politici di sinistra, senza ovviamente alcun riferimento di classe. La difesa è a questo punto necessaria e non passa attraverso sigle sulle quali politicanti, più o meno di professione, mettono il cappello. Siamo noi, lavoratrici e lavoratori, insieme con le fasce più deboli ed emarginate della popolazione, non ultimi gli immigrati, che dobbiamo organizzarci su percorsi di classe, di unità e di lotta. Solo con l’unità tra tutti gli sfruttati si può pensare di risalire la china e costruire un argine all’arroganza padronale.

Alternativa Libertaria/FdCA  Sez. N. Malara – Genova

Genova, 1 agosto 2017

Tags
Ultimo aggiornamento 17/02/2018
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Tempo di elezioni di guerre e di lotta di classe.

    Le elezioni politiche del 4 marzo prossimo ci permettono di verificare gli scenari possibili di una catastrofe annunciata. Non emerge infatti dalle dichiarazioni, più o meno esilaranti, dei leader dei

  • SULLE QUESTIONI ETICHE E POLITICHE INERENTI LA FINE DELLA VITA

    Il tema delle fasi finali della vita oggi è diventato via via sempre più importante nel dibattito etico e politico sulle questioni di salute per due motivi principali. Il primo

  • Una scuola di classe per una società classista?

    Orrore e sconcerto, i licei classici romani e il nostro genovese tanto acclamato D’Oria, si fanno pubblicità affermando che, siccome nei loro licei il ceto degli studenti appartiene alla medio-alta

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di antifascismo e di Kurdistan PER SCARICARLO PER RICHIEDERLO Correlati

  • Amazon 18 o le catene del presente

    I braccialetti brevettati da Amazon sono semplicemente l’evoluzione della specie. La tecnologia del capitale, all’opera, che riduce a codice a barre, riconoscimento di qualsiasi merce e prodotto, pure il/i lavoratori

  • Genova antifascista

    Oltre 5ooo persone hanno partecipato, sabato scorso, alla manifestazione convocata dall’assemblea antifascista cittadina in seguito al recente accoltellamento di un compagno da parte di soggetti di Casa Pound. La mancata

  • Marche: Violenza fascista

    Macerata è una città della profonda provincia italiana, come tutte le altre città d’Italia, e come anche le periferie di Milano, Roma, Torino, Napoli, etc. La profonda provincia dove facilmente

  • Afrin: la guerra degli Stati verrà sconfitta dalla guerra popolare

    Afrîn appartiene alla gente  di Afrîn. La gente che vive nel cantone di Afrîn è nata  in questa terra e vuole morire su di essa. Vivere lì non ha nulla

  • Ciao Donato

    Oggi 13 gennaio 2018 ci ha lasciati Donato Romito, segretario nazionale di Alternativa Libertaria e militante comunista anarchico. Maestro e sindacalista  ha fortemente inciso nella vita sociale e politica della

  • TERRORISTA E’ LO STATO – COMUNICATO SUL DOSSIER INTITOLATO “RAM”

    Argentina Il 27 dicembre è stato reso pubblico con mezzi ufficiali un rapporto di 180 pagine intitolato RAM, preparato dal Ministero della Sicurezza della Nazione in collaborazione con i governi provinciali di



 

Newsletter

Forum