Alternativa Libertaria_FdCA

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell’Europa del capitale

anarkismoDove siamo?

La fase che stiamo vivendo è senza dubbio di crisi sistemica e di trasformazione strategica. Il capitale in crisi è alla ricerca di un nuovo modello di regolazione nel quale si inserisce una crisi determinante della sinistra.

Il social-liberalismo è parte attiva dello Stato e della gestione europea del capitale. Si è convertito in strumento di dominio e di sfruttamento. Un altro settore della sinistra rivendica un’ambizione riformista che si appoggia su strategie stataliste senza però riuscire a costruire una proposta alternativa sociale ed emancipatrice. Cè anche un ampio settore che lotta e che anima le resistenze dal basso e che non accetta le limitazioni legate alle politiche istituzionali.

Mentre il processo di liquidazione di un modello fordista ci riporta a forme di sfruttamento sul lavoro che evocano gli inizi del ‘900, il proletariato classico si trasforma e si allarga, si configurano nuove forme di sfruttamento con lavoro autonomo e nuove strutture di lavoro salariato dentro una spinta alla precarizzazione di tutte le condizioni della vita.

Siamo di fronte a nuove contraddizioni, con relativa possibilità che esplodano, come la Brexit o la crescita dell’estrema destra verso la conquista del potere statale nella Unione Europea. Il blocco geostrategico europeo è in bilico, con forti lacerazioni interne, tra il costituirsi nel futuro prossimo come un polo imperialista coerente o subire la subalternità di fronte agli altri centri di potere del mondo.

A tutto questo si aggiunge la mancanza di un movimento sociale in grado di ostacolare l’offensiva del blocco dominante, di avanzare verso nuove conquiste e di organizzare in maniera solida l’insieme dei gruppi sociali dominati.

Questo a fronte di una estrema destra sempre piu aggressiva e un’offensiva della borghesia contro tutti i diritti e le conquiste sociali accumulati duramente con le lotte degli ultimi 150 anni.

Dove vogliamo andare e cosa dobbiamo fare

Se la fase in corso e quella che verrà presentano una situazione dura e difficile, e tali saranno le condizioni da affrontare nel nostro intervento, in ogni caso non ci spaventiamo e non ci tiriamo indietro.

La fine del capitalismo e l’autogestione della società sono una necessità che non possono e non devono aspettare, anche se costituiscono obbiettivi storici. Sono parte fondante e integrante delle nostre pratiche in seno all’organizzazione degli e delle sfruttati/e. È nelle lotte di oggi che prepariamo e impariamo i valori del mondo che vogliamo costruire.

Non crediamo a scorciatoie e il nostro compito quotidiano è quello di costruire, mattone dopo mattone, passo dopo passo, lotte e conflitti nei nostri quartieri e nei posti di lavoro. Accumulare forze per poter raggiungere e mobilitare tutta quella parte di società che è resistenza e dissidenza, che rifiuta le compatibilità col capitalismo e afferma l’unica alternativa possibile: l’organizzazione dal basso e la distruzione di ogni tipo di sfruttamento e dominazione. La nostra politica è di emancipazione, di azione di base, di costruzione di potere popolare.

Abbiamo visto che l’Europa, malgrado le contraddizioni ed i conflitti interni, non è solo un’unione di Stati in uno spazio comune, ma un sistema di potere transnazionale che possiede una capacità d’intervento strategico proprio per garantire gli interessi fondamentali del blocco dominante.

Crediamo e lavoriamo quindi, anche noi per riuscire a costruire una cultura e una strategia comune alle nostre organizzazioni, rafforzando le lotte sociali e radicando al loro interno l’anarchismo organizzato di classe e di emancipazione, costituendo nello spazio comune una rete internazionale capace di dare le risposte necessarie ai processi che ci colpiscono. Individuando le potenzialità di lotta, vogliamo generare alternativa e rapporti di forza a noi favorevoli.

Siamo decisi a portare sempre e ovunque sia necessario il nostro contributo al movimento di lotta sociale in Europa e in tutto il mondo.

Avanzare, lottare, costruire potere popolare!
Portiamo un mondo nuovo nei nostri cuori.

Alternativa Libertaria/FdCA – Italia
Alternative Libertaire – Francia>
Coordination des Groupes Anarchistes – Francia
Libertarian Socialist Federation – Galles/Inghilterra
Organization Socialiste Libertaire – Svizzera
Workers Solidarity Movement – Irlanda

Documento finale dell’incontro internazionale della rete europea di Anarkismo tenuto a Genova il 18-19 novembre 2017

Altro su https://www.anarkismo.net/article/30713

 

 

 

Tags
Ultimo aggiornamento 26/12/2018
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Decreto INsicurezza, i sindaci, la folla, i migranti in mare.

    Senza nessuna falsa illusione, ma profondamente attaccati con realismo alla fase attuale che vede crescere sempre più la deriva fascista e razzista, non possiamo che guardare con attenzione la presa

  • A-infos: la torcia accesa per il 24 ° anno

    Tutto è nato nel nel 1994, quando Class War organizzò un raduno anarchico internazionale a Londra dal titolo  “10 days the look the world”. Un posto che ha riunito un

  • Sicurezza si, ma per chi?

    Il primo problema del decreto sicurezza è proprio il nome, che rispecchia in sé tutti i suoi contenuti, in perfetta assonanza con le motivazioni di chi lo ha scritto e

  • MACRON DISTRIBUISCE LE BRICIOLE

    Il 10 dicembre, Macron ha parlato nel suo palazzo, davanti alla sua grande scrivania di legno verniciato e dorato. Il suo obiettivo era quello di calmare la rabbia sociale che

  • Sindacalisti, ecologisti, libertari nel movimento dei giubbotti gialli: quattro questioni

    Il giorno del 4 dicembre è stato in Francia il giorno del panico del potere: ha perso terreno, si è contraddetto, ha perso unità. Quali sono le loro opzioni? Un

  • Il nuovo foglio di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di –Prima le donne e  i bambini – note sul decreto Pillon -1918-2018 Guerre di oggi guerre di ieri PER SCARICARLO PER RICHIEDERLO Correlati

  • Note sul corrente stato della lotta di classe in Brasile

    L’attuale scenario politico brasiliano richiede molta lucidità e distacco per gi attivisti/e sociali e la loro analisi della realtà. Noi, il Coordinamento Anarchico Brasiliano (CAB), cerchiamo modestamente di dare il

  • Prima le donne e i bambini

    L’offensiva ideologica del Governo rende manifesta la volontà di riportare il paese indietro di decenni, è esplicita la modalità che attacca ogni conquista ottenuta con rabbia e fatica, talvolta con

  • 1918-2018 Guerre di oggi guerre di ieri

     Gorizia 3 novembre ore 15 manifestazione antimilitarista Ci stiamo avviando verso la chiusura ufficiale delle celebrazioni del centenario della prima guerra mondiale, avviate già dal Governo Renzi nel 2014, che

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero potete trovare: -Privatizzazioni e nazionalizzazioni, a quando l’autogestione? -Governo giallo-verde nel paese dei balocchi -Riace e la legge PER SCARICARLO Correlati



 

Newsletter

Forum