Alternativa Libertaria_FdCA

Fermiamo il genocidio di Afrin!

afrin

Il 20 gennaio l’esercito turco ha iniziato l’operazione militare paradossalmente chiamata ‘Ramoscello d’ulivo’, bombardando il cantone siriano di Afrin, assolutamente pacifico e sotto il controllo delle Forze Democratiche Siriane SDF (di cui fanno parte i Curdi delle Unità di Difesa del Popolo YPG e le Unità di Difesa delle Donne YPJ, ma anche Arabi, Armeni, Assiri, Ceceni, Ebrei, Turcomanni e altre minoranze etniche, appartenenti a ogni religione), bombardando villaggi e installazioni civili e in seguito anche il capoluogo Afrin (comprese diga, ospedale e scuole), causando centinaia di morti e migliaia di feriti tra i civili.
I battaglioni di mercenari jihadisti di Erdoğan (miliziani provenienti dalle fila di FSA, al-Nusra/al-Qaeda e dello stesso ISIS/daesh – accolti, addestrati e pagati dalla Turchia) hanno invaso il Cantone compiendo omicidi, rapimenti e stupri e – al fianco delle forze speciali turche – hanno cinto d’assedio la popolosa città di Afrin;
Dopo aver eliminato, costretto all’esilio o incarcerato l’opposizione interna (la Turchia ha il maggior numero di prigionieri politici del mondo) il sultano Erdoğan vuole rifondare l’impero Ottomano: dopo che avrà assunto il controllo sulla Siria del Nord, sterminando la popolazione di etnia curda, anche per impedire che si diffonda in Medio Oriente l’esempio del Confederalismo Democratico del Rojava, avvierà la medesima operazione di pulizia etnica anche nel nord dell’Iraq (Kurdistan iracheno).

Difendiamo Afrin! Difendiamo il Confederalismo Democratico! Difendiamo la speranza!

#stopTurkey
#StopAfrinGenocide
#DefendAfrin

 

Related Articles

Ultimo aggiornamento 17/10/2018
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli



 

Newsletter

Forum