Alternativa Libertaria_FdCA

la legittima collera delle donne in giallo

femme2-9f0d4Dall’inizio del movimento dei giubbotti gialli, le donne sono al centro dell’azione. Più fortemente colpite dalla precarietà, portano affermazioni di trasformazione sociale. Eppure il sessismo non è assente dal movimento, e  degli  eventi non misti sono  stati organizzati da gennaio.
Le prime vittime della precarietà
Noi, le donne, siamo le più colpite dalla precarietà: le donne rappresentano il 52,1% della popolazione povera (secondo l’osservatorio della disuguaglianza). Le donne si vedono imporre un lavoro part-time, sono pagate meno degli uomini (il 34,4% in meno a parità di qualifiche) e assumono spesso maggiori responsabilità familiari (in media le donne dedicano 1 ora e mezza al giorno a prendersi cura delle faccende domestiche).
Le donne al centro della lotta
Il movimento dei Gilet gialli ha permesso alle donne di lottare, di esprimere collettivamente la propria rabbia. Donne lavoratrici, donne  disoccupate, operaie, commercianti.  … Noi donne precarie, ci siamo unite alle rotonde, ci siamo incontrate e raccontate e abbiamo ripreso conoscenza della nostra classe sociale. Tre mesi dopo la nascita dei Gilet gialli le donne sono sempre presenti e animano il movimento. Dall’inizio dell’anno sono anche le promotrici  di eventi separati  e nei Gilet gialli! Eppure, nei Gilet gialli come ovunque nella società francese, è difficile passare una giornata senza ascoltare osservazioni o insulti sessisti (“troia”, “Puttana”, “Io non sono una donna / ragazza …”). Tutte queste parole ci ricordano che nel 2018 una donna vale sempre meno di un uomo.
Giubbotti gialli e femminismo
Dopo tre mesi di lotta, siamo ancora arrabbiate. Non accetteremo più queste misure che interessano solo i ricchi e i capi. Combattiamo contro la riforma dei sussidi per la disoccupazione che attacca le più precarie di noi! Abbiamo diritto a una pensione dignitosa! Reclamiamo  la giustizia sociale! Ma non indietreggeremo.  Vogliamo che le cose cambino anche per noi donne, per vivere finalmente in un mondo più giusto.
Liberiamoci dalla dominazione maschile!
Siamo donne, siamo orgogliosi, siamo femministe, siamo arrabbiate!
Volantino femminista di Alternative Libertaire, 18 gennaio 2018

About Author

webmistress

webmistress

Related Articles

Ultimo aggiornamento 17/04/2019
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Migranti e lotta di classe

    Ormai immersi in una narrazione tossica di luoghi comuni sull’italianità, sul “prima gli italiani” e sul fatto che “gli immigrati rubano il lavoro”, assistiamo impotenti alla trasformazione di diritti che

  • Il rispetto del diritto alla salute è una questione politica

    1 SALUTE, UNIVERSALITÀ, ETICA 1.1 Salute. 1.1.1 Equità. 1.1.2 Universalità. 1.2 Etica della cura: diritto di libertà e obbligatorietà delle cure, nella cronicità e nelle situazioni di marginalità sociale. 1.3

  • Antimilitarismo

    Come scritto nel “Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa” redatto dal Ministero della Difesa nel 2015: “La funzione svolta dalla Difesa è prevista costituzionalmente ed è fondamentale

  • Lotte e territorio

    Negli ultimi anni le lotte ambientali e territoriali hanno assunto un carattere capillare, espandendosi in aree che magari politicamente e socialmente parlando sono da sempre dormienti. Il grado di penetrazione

  • La fase attuale, una lettura possibile

    “Il capitale finanziario, dunque, non deve in alcun modo essere considerato una degenerazione del capitalismo, dato che, al contrario, costituisce la forma più adeguata del concetto di capitale. La finanza

  • COME SI DISTRUGGE UNA COMUNITA’

    Dopo 28 anni il kampo Rom della Favorita non esiste più. Magistratura e Comune di Palermo hanno deciso di disperdere quelloche rimane della comunità Rom presente, in perfetta sintonia con

  • Sul sindacato

    La lunga crisi è stata la migliore condizione in cui il sistema capitalistico ha potuto imporre nuovi rapporti di forza con la classe e decise trasformazioni nelle condizioni sociali del

  • 103° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA

    103° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA Sabato  26 gennaio  2019 ore 14.00 a Cingia de Botti (CR)  presso Cascina Cingia Ordine del giorno   1- Relazione della S.N. 2- Relazione del coordinatore del

  • 102° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA

    102° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA Domenica 30 settembre  2018 ore 10.00 a Genova  presso il CSOA Utopia Ordine del giorno   1- Relazione della S.N. 2- Relazione del coordinatore del

  • 101° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA

    101° CONSIGLIO DEI DELEGATI ALTERNATIVA LIBERTARIA/FDCA Domenica  10 giugno 2018 ore 10.00 a Fano presso il Centro Salomone Ordine del giorno 1. Relazione Attivo di Organizzazione 2. Analisi della situazione 3.



 

Newsletter

Forum