Alternativa Libertaria_FdCA

Per un’ecologia radicale all’altezza dell’urgenza!

rossoverdeNell’anno 2019 il degrado globale dell’ambiente è una scoperta ormai consolidata e supportata da sempre più studi. Con i “raduni per il clima”, si pone concretamente e urgentemente la questione della nostra azione! Tra le soluzioni ce n’è una che spicca: cambiare il sistema (…per cambiare  il clima!).

E’ un sistema da cui si deve uscire

Questo sistema ha un nome: capitalismo. È basato su una logica di crescita. Crescita della produzione, del consumo e quindi dei profitti, sempre in una prospettiva a breve termine, dettata dagli azionisti focalizzati sui loro dividendi. A causa di questo sistema, le risorse naturali si stanno esaurendo sempre più rapidamente e l’overshoot, il giorno dell’anno dal quale la nostra impronta ecologica avrà superato la capacità di rinnovamento della biosfera, arriverà quest’anno nel mese di luglio!

Il problema non è semplicemente che i capitalisti producono male, è che producono troppo e sempre di più. Ridipingere la facciata in verde non cambierà nulla! Dobbiamo muoverci verso una società ecologicamente sostenibile in relazione ai nostri bisogni reali, libera dal produttivismo e quindi incompatibile con il capitalismo.

Dobbiamo contare sulle nostre forze

In questo contesto, cosa dovremmo aspettarci dai governi e dai “decisori”? Essi sono totalmente assoggettati al sistema. Le mezze misure che prenderanno avranno necessariamente un aspetto non ecologico, ad esempio sostituendo il petrolio con l’energia nucleare nella produzione di energia, oppure anti-sociale, attraverso le varie “tasse ecologiche” che colpiscono allo stesso modo ricchi e poveri. Non mettono mai in dubbio il produttivismo, che è responsabile delle attuali crisi ecologiche, e infine ci portano a sbattere dritti contro il muro.

Al contrario, le nostre mobilitazioni sono la prova che siamo pronti a prendere l’emergenza sul serio e a fare tutto il necessario per evitare l’imminente crisi. Potrebbero essere il primo passo verso la costruzione di un’alternativa globale, ma potrebbero non essere sufficienti per invertire la tendenza.

Dalla presa di coscienza all’azione

Quali strategie adottare di fronte a un sistema così colossale, che permea profondamente il nostro modo di vivere? Crediamo che le trategie debbano essere molteplici: dalla sperimentazione di alternative concrete alla lotta militante  delle associazioni, passando per il coinvolgimento nelle lotte ambientali dei sindacati, primi bastioni storici contro la cupidigia dei capitalisti. I raduni sul clima possono diventare il ponte che unisce tutte queste strategie, ponendo l’accento sul cambiamento del sistema economico e politico. Siamo la generazione che deve abbracciare l’emergenza ecologica.

Che i capitalisti si decidano a capirlo: siamo risoluti perché il nostro futuro non è negoziabile!

Commission écologie di Alternative Libertaire, 6 marzo 2019

Ultimo aggiornamento 11/03/2019
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Per un’ecologia radicale all’altezza dell’urgenza!

    Nell’anno 2019 il degrado globale dell’ambiente è una scoperta ormai consolidata e supportata da sempre più studi. Con i “raduni per il clima”, si pone concretamente e urgentemente la questione

  • Sgomberato il Centro sociale anarchico a Torino…

    Sgomberato il Centro sociale anarchico a Torino… …e arrestati anarchici a Trento e dintorni. Sbandierate conferenze stampa dell’allerta del Viminale sul pericolo terrorismo di anarchici e centri sociali. Difficile star

  • La FAU sulla situazione venezuelana

    Il Venezuela è di nuovo sotto i riflettori e al centro del dibattito internazionale. Dichiarazioni roboanti in tutti i media che condannano il governo di Maduro, alcune riconoscendo Guaidó come

  • Solidarietà ai compagni e alle compagne dell’ex Asilo di Torino

    Antonio, Silvia, Larry, Giada, Niccolò, Beppe, Antonello, Irene, Giulia, Fulvio, Giulia, Caterina, Martina, Carlo, Francesco e Andrea Liberi! Tutti liberi, tutte libere! Correlati

  • SUGLI SCONTRI DEL 9 FEBBRAIO -COMUNICATO   DI ALTERNATIVE LIBERTAIRE LIONE

    Il ripristino della verità rispetto alle mistiificazioni dei media! Sabato  9 febbraio a Lione  sono avvenuti scontri tra il corteo di gilet giallo antirazzista  che ha riunito centinaia di persone,

  • Sovranismo

    Quanti equivoci e quante parole non meditate su questo lemma,si nasconde in questo modo la vera natura di una risposta politica, non solamente ambigua, ma oltremodo pericolosa, il sovranismo non

  • la legittima collera delle donne in giallo

    Dall’inizio del movimento dei giubbotti gialli, le donne sono al centro dell’azione. Più fortemente colpite dalla precarietà, portano affermazioni di trasformazione sociale. Eppure il sessismo non è assente dal movimento,

  • No all’ingerenza imperialista in Venezuela e in America Latina

    Sono tempi convulsi in America Latina, e il processo che sta attraversando il Venezuela è un caso emblematico di un nuovo periodo storico. In questo senso, senza fare analisi importanti,la

  • Decreto INsicurezza, i sindaci, la folla, i migranti in mare.

    Senza nessuna falsa illusione, ma profondamente attaccati con realismo alla fase attuale che vede crescere sempre più la deriva fascista e razzista, non possiamo che guardare con attenzione la presa

  • A-infos: la torcia accesa per il 24 ° anno

    Tutto è nato nel nel 1994, quando Class War organizzò un raduno anarchico internazionale a Londra dal titolo  “10 days the look the world”. Un posto che ha riunito un



 

Newsletter

Forum