Alternativa Libertaria_FdCA

Morire di lavoro

capitalismo-300x227Uscire di casa per andare al lavoro e non tornare più. E’ successo ancora, questa volta a Cremona, dove un operaio di 28 anni, Marco Balzarini, ha perso la vita travolto da un “muletto” all’interno dell’acciaieria Arvedi.
Non è il primo incidente mortale che avviene all’interno di questa mega area industriale, già nel 2014 un altro operaio era rimasto ucciso durante il turno di lavoro.
A novembre dello scorso anno i rappresentanti dei lavoratori avevano richiesto esplicitamente maggiore sicurezza, evidentemente consapevoli dei rischi presenti nei processi di lavorazione all’interno dell’azienda.
Le morti sul lavoro non sono mai tragiche fatalità ma conseguenze di un sistema economico improntato sull’incremento di produttività e di utili, abbattendo i costi relativi alla sicurezza, ritenuti spesso superflui perchè incompatibili con l’efficienza e la produttività.

I recenti provvedimenti del governo, coerenti con questa linea, hanno tagliato i fondi riservati all’INAIL, abbassando del 32% i premi delle imprese per l’assicurazione obbligatori, e i fondi per la formazione sulla sicurezza.
Ogni giorno è necessario aggiornare la tragica conta dei caduti sul lavoro, ma ancora non riesce a passare il messaggio che queste morti sono legate a doppio filo al modo di produzione capitalista, che per propria natura è basato sullo sfruttamento dei lavoratori per permettere a pochi di fare guadagni sempre maggiori.
Gli imprenditori parlano di liberalizzazione del mondo del lavoro, di normative soffocanti, di rischi d’impresa sempre maggiori; ma i rischi veri li vivono sulla loro pelle i lavoratori, rischi concreti e spaventosi come gli incidenti sul lavoro che, come in questo ultimo caso, possono essere addirittura mortali.

La federazione cremonese di Alternativa Libertaria/FdCA esprime il proprio cordoglio e la propria solidarietà a tutte le famiglie dei lavoratori morti sul lavoro.

http://fdca-cr.tracciabi.li/

24 aprile 2019

Ultimo aggiornamento 8/01/2020
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Andrò in prigione di nuovo – di Jonathan Pollack

    La prigione del campo di Ofer. Ai colleghi palestinesi non “capitano” le condizioni relativamente favorevoli dei tribunali israeliani. Sono passati quasi nove anni dall’ultima volta che sono stato incarcerato per

  • Arrestato Jonathan Pollack, attivista di Anarchici contro il Muro

    Lunedì 6 gennaio è stato arrestato  Jonathan Pollack,  attivista israeliano. Jonathan è stato uno dei primi refusenik e tra i fondatori di  Anarchici contro il muro. Era stato denunciato da

  • Nicoletta libera subito!

    Il 2019 si chiude con un atto inaccettabile ed inqualificabile come quello dell’arresto di Nicoletta Dosio, l’attivista No Tav condannata perchè durante una manifestazione in Val di Susa aveva aperto

  • RIPARTIRE DALLE LOTTE PER MIGLIORI CONDIZIONI DI VITA PER BATTERE RAZZISMO, FASCISMO, POPULISMO.

    Da sempre la politica parlamentare italiana ha riservato colpi di scena e sorprese, ma questa volta dobbiamo ammettere che il trasformismo espresso nell’ultima crisi governativa ha superato ogni previsione visto

  • Dichiarazione del rilancio del Coordinamento Anarchico Latino Americano (CALA)

    Pubblichiamo a seguire il comunicato delle nostre organizzazioni sorelle latinoamericane. Ricordiamo al pubblico italiano che l’especifismo è la denominazione dell’anarchismo latinoamericano, sviluppatosi autonomamente dalle lotte del sindacalismo rivoluzionario di inizio

  • Dalla stagione delle lotte operaie e studentesche alla strategia della tensione

    Sono passati 50 anni da quel 12 dicembre del 1969, quando a Milano in Piazza Fontana scoppiò una bomba nella Banca Nazionale dell’Agricoltura e fece una strage di vittime innocenti,

  • Eppur la nostra idea….

    La strage di Piazza Fontana arriva con alle spalle un decennio di lotte operaie e giovanili. Un decennio in cui la rabbia delle nuove generazioni operaie, costrette a spostarsi dal

  • La strage è di Stato

     Venerdì 12 dicembre 1969 il giorno della strage di Piazza Fontana. La notte del 15 dicembre l’assassinio di Pino Pinelli. Due date che segnarono in maniera indelebile la generazione che

  • Prima della bomba

    Una breve CRONOLOGIA di avvenimenti che precedono la strage e l’assassinio di Giuseppe Pinelli. 28-29-30 giugno 1960. Genova manifestazioni di protesta per impedire il congresso del Movimento Sociale Italiano, partito

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di di Piazza Fontana,a 50 anni dalla strage. PER SCARICARLO  PER RICHIEDERLO   Correlati



 

Forum