Alternativa Libertaria_FdCA

Saluti al Congresso di unificazione AL-CGA

Saluti al Congresso di unificazione AL-CGA
giugno 24
20:13 2019

Tra l’8 e il 10 giugno si è tenuto in Francia il congresso delle nostre organizzazioni sorelle, Alternative Libertaire e Coordination des Groupes Anarchistes, che è risultato nella fondazione dell’Union Communiste Libertaire

https://www.anarkismo.net/article/31456

Pubblichiamo qui sotto i saluti letti dalla nostra delegazione

 

 

Care compagne,

Cari compagni,

è con molto piacere che abbiamo accolto il vostro invito a venire a questo bellissimo congresso di unificazione delle vostre organizzazioni. In quanto organizzazione sorella non potevamo mancare. Ma non solo, I nostri rapporti sicuramente transcendono l’esistenza delle nostre organizzazioni, e risalgono a quei tempi dell’Alleanza Internazionale dei Lavoratori, ai tempi in cui gli anarchici e internazionalisti italiani si rifugiarono in Francia sfuggendo alla stretta repressiva dei governi italiani, fino a portarci assieme ai campi di battaglia della Spagna Rivoluzionaria.

In questa fase che stiamo attraversando, del protrarsi dell’offensiva delle borghesie contro I diritti duramente conquistati negli ultimi 100 anni, di riconfigurazione del sistema capitalista e dei rapporti di produzione nel mondo del lavoro, in un sud Europa sempre di più colpito dalla gentrificazione e dalla diffusione dei discorsi di odio che purtroppo raggiunge la nostra classe, sempre di più piegata dalla precarizzazione della vita.

In questi anni abbiamo visto e vissuto tutto questo ma abbiamo anche visto e vissuto molti momenti di lotta e di risposta della classe a tutto ciò, abbiamo visto la solidarietà e l’internazionalismo opporsi al razzismo, le lotte delle donne e le lotte LGBTQI rispondere al sessismo e al patriarcato, le lotte dei lavoratori resistere allo sfruttamento sempre piu brutale.

Abbiamo assistito a sconfitte e vittorie, mobilitazioni enormi e mobilitazioni piccole. Ma non solo, sappiamo benissimo come non solo siamo stati per le strade, ma come prima ancora è nelle periferie delle nostre città, nei paesi di campagna, nei luoghi di lavoro, nelle scuole e nelle università che svolgiamo quel lungo lavoro paziente di costruzione, mattone dopo mattone, delle lotte, dove viene coltivata l’alternativa, il progetto, il potere popolare, insomma, le strutture permanenti delle classi oppresse che costruiranno la società rivoluzionaria.

Nei tempi sempre piu repressivi e fascisti, dove addirittura si accenna alla disgregazione o quanto meno la riconfigurazione dell’Unione Europea, non abbiamo paura e non ci facciamo intimidire. Non abbiamo mai nutrito illusioni verso gli spazi burocratizzati ed è da sempre che la nostra corrente dell’anarchismo si dedica al lavoro di inserzione sociale che legato alla strategia chiara ed efficiente dell’organizzazione politica riesce ad avanzare verso la trasformazione sociale, coltivando e sperimentando I valori della società che vogliamo costruire, affrontando e combattendo ogni tipo di oppressione.

Oggi quindi è anche giorno di celebrazione, di affermazione che non torniamo indietro, la lotta ci pone un solo quesito: andare avanti e vincere, senza lasciare nessuno indietro. Certo non è per niente facile, ma siamo fiduciosi che se riusciamo a rinnovare le nostre strategie, applicando efficacemente la nostra teoria senza cadere nelle facili illusioni e scorciatoie borghesi, delle elezioni o dell’insurrezionalismo, tenendo a cuore la formulazione di Carlo Cafiero quando diceva che “è meglio fare un solo passo con I compagni nella via reale della vita che percorrere centinaia di leghe in solitudine e isolamento”, riuscendo cosi a rompere l’autoreferenzialità a cui molte volte vengono spinti I gruppi di sinistra.

Sicuramente la vostra unificazione potrà rinnovare le vostre energie, cosi come le nostre, nel difficile compito che ci aspetta per I prossimi anni, segnando un altro passo in questo lungo cammino notturno che un giorno ci porterà a vedere l’alba.

Dalla realtà di classe al progetto libertario: unire il disperso, organizzare il disorganizzato!

Alternativa Libertaria/fdca

About Author

tucum

tucum

Related Articles

Ultimo aggiornamento 8/01/2020
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Andrò in prigione di nuovo – di Jonathan Pollack

    La prigione del campo di Ofer. Ai colleghi palestinesi non “capitano” le condizioni relativamente favorevoli dei tribunali israeliani. Sono passati quasi nove anni dall’ultima volta che sono stato incarcerato per

  • Arrestato Jonathan Pollack, attivista di Anarchici contro il Muro

    Lunedì 6 gennaio è stato arrestato  Jonathan Pollack,  attivista israeliano. Jonathan è stato uno dei primi refusenik e tra i fondatori di  Anarchici contro il muro. Era stato denunciato da

  • Nicoletta libera subito!

    Il 2019 si chiude con un atto inaccettabile ed inqualificabile come quello dell’arresto di Nicoletta Dosio, l’attivista No Tav condannata perchè durante una manifestazione in Val di Susa aveva aperto

  • RIPARTIRE DALLE LOTTE PER MIGLIORI CONDIZIONI DI VITA PER BATTERE RAZZISMO, FASCISMO, POPULISMO.

    Da sempre la politica parlamentare italiana ha riservato colpi di scena e sorprese, ma questa volta dobbiamo ammettere che il trasformismo espresso nell’ultima crisi governativa ha superato ogni previsione visto

  • Dichiarazione del rilancio del Coordinamento Anarchico Latino Americano (CALA)

    Pubblichiamo a seguire il comunicato delle nostre organizzazioni sorelle latinoamericane. Ricordiamo al pubblico italiano che l’especifismo è la denominazione dell’anarchismo latinoamericano, sviluppatosi autonomamente dalle lotte del sindacalismo rivoluzionario di inizio

  • Dalla stagione delle lotte operaie e studentesche alla strategia della tensione

    Sono passati 50 anni da quel 12 dicembre del 1969, quando a Milano in Piazza Fontana scoppiò una bomba nella Banca Nazionale dell’Agricoltura e fece una strage di vittime innocenti,

  • Eppur la nostra idea….

    La strage di Piazza Fontana arriva con alle spalle un decennio di lotte operaie e giovanili. Un decennio in cui la rabbia delle nuove generazioni operaie, costrette a spostarsi dal

  • La strage è di Stato

     Venerdì 12 dicembre 1969 il giorno della strage di Piazza Fontana. La notte del 15 dicembre l’assassinio di Pino Pinelli. Due date che segnarono in maniera indelebile la generazione che

  • Prima della bomba

    Una breve CRONOLOGIA di avvenimenti che precedono la strage e l’assassinio di Giuseppe Pinelli. 28-29-30 giugno 1960. Genova manifestazioni di protesta per impedire il congresso del Movimento Sociale Italiano, partito

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di di Piazza Fontana,a 50 anni dalla strage. PER SCARICARLO  PER RICHIEDERLO   Correlati



 

Forum