Alternativa Libertaria_FdCA

Come associazioni, sindacati, realtà politiche e sociali del territorio che hanno a cuore i valori della pace, della giustizia, della solidarietà, uniamo le nostre voci a quanti oggi chiedono l’immediata sospensione dell’aggressione  portata da Erdogan alle popolazioni e all’Amministrazione Autonoma del Nord della Siria. Le milizie popolari curde sono state in prima linea nella difesa contro l’ISIS, ma sono state ripagate con l’esclusione dai tavoli di trattative e ora queste popolazioni vengono abbandonate alla mercè di un regime razzista e autoritario, di cui è stata provata la connivenza con le stesse armate jihadiste.

Erdogan, convinto di poter ricattare i governi europei con il proprio ruolo di carceriere del mediterraneo nei confronti dei rifugiati che i patti scellerati dell’UE gli hanno garantito, sta programmando un genocidio e creando le premesse per l’ennesima catastrofe umanitaria, dopo avere incassato il beneplacito di Trump. Così viene definitivamente tradito quell’alleato scomodo ma a suo tempo fondamentale nello scacchiere medioorientale. Perché il Kurdistan orientale è in questo momento uno straordinario laboratorio sociale dove sta prendendo forma un sistema di autogoverno fondato sul federalismo e sulla democrazia dal basso, sulla pacifica convivenza interreligiosa, una rivoluzione laica, femminista, ecologista e autogestionaria che rappresenta una speranza di pace e sviluppo per i popoli del Medio Oriente e non solo.

E la mano insanguinata del regime turco è armata dalla nostra stessa mano: la Turchia è uno dei maggiori clienti delle armi italiane. Ci uniamo pertanto all’appello della Rete per il disarmo nel chiedere l’immediata sospensione di tutte le forniture di armamenti e sistemi militari al regime di Ankara.

Difendere le comunità del nord della Siria è difendere i nostri valori, le nostre speranze, la nostra dignità civile.

Per questo partecipiamo alle mobilitazioni internazionali di solidarietà contro l’invasione turca e la pulizia etnica contro i curdi nel nord della Siria indette per sabato 12 ottobre.

Rete Jin in solidarietà con le donne curde – Allp – Alternativa Libertaria – Anpi – CGIL Pesaro Urbino e SPI Pesaro Urbino – Comunisti per Pesaro – Donne in Nero – Ass. Giustizia e pace – MIR – Potere al Popolo – UNICOBAS

12 ottobre a Fano  dalle 17 in piazza XX settembre

vol fano 12 ott

About Author

webmistress

webmistress

Ultimo aggiornamento 14/10/2021
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • La pandemia ha accresciuto le disuguaglianze e l’ingiustizia sociale

    «Dove andare, cosa fare con quel bisogno di assoluto, quel desiderio di combattere, quella sorda volontà di evadere malgrado tutto dalla città e dalla vita senza evasione possibile? Ci occorreva

  • il Cantiere

    Numero di settembre de “il Cantiere” raccolta di materiali di intervento dei comunisti anarchici nella lotta di classe In questo numero si parla (titoli in grassetto direttamente leggibili sul sito

  • Indietro nel tempo? non ci provate !!

    Nel 1920 l’ aggressioni squadristiche alle Camere del Lavoro e ai picchetti dei lavoratori in presidio davanti i cancelli delle fabbriche,oggi l’attacco a Roma alla sede della CGIL e a

  • Le donne afghane e i talebani

    RAWA risponde alla presa del potere dei talebani[i] È una stupidità dire che valori come “diritti delle donne”, “democrazia”, “costruzione della nazione” ecc. facessero parte degli obiettivi USA/NATO in Afghanistan!

  • Riduzione dell’orario

       “Venne infine un tempo in cui tutto ciò che gli uomini avevano considerato come inalienabile divenne oggetto di scambio, di traffico, e poteva essere alienato; il tempo in cui

  • il Cantiere

    “Il Cantiere” con questo numero avvia un nuovo percorso. Da aperiodico solo in formato on-line, grazie alla disponibilità del direttore responsabile e alla necessaria registrazione in Tribunale,   prenderà il via

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di: -85 anni dalla Rivoluzione Spagnola –Costruiamo lo sciopero generale nazionale -G8 di Genova 20 anni dopo PER SCARICARLO  PER RICHIEDERLO     Correlati

  • G8 venti anni dopo

    G8 venti anni dopo La linea d’ombra, questo ha rappresentato il G8 di Genova 2001. Con esso si sancisce apicalità e cesura tragica, almeno in Italia, dell’esperienza costituita dai movimenti

  • 85 ANNI DOPO LA RIVOLUZIONE SPAGNOLA. LE SUE LEZIONI E LA SUA EREDITÀ.

    Il 19 luglio 1936 il popolo  ottenne una vittoria storica contro un colpo di stato militare che si stava sollevando contro il governo e la Repubblica spagnola. L’insurrezione fu un

  • Costruiamo lo sciopero generale nazionale

    Venerdì 9 luglio 2021. La multinazionale GKN comunica via mail alle lavoratrici e ai lavoratori la chiusura dello stabilimento di Campi Bisenzio (Fi). La chiusura comporta 422 licenziamenti in tronco



 

Forum