Alternativa Libertaria_FdCA

Contro l’aggressione turca

Contro l’aggressione turca

Ancora una volta il fascismo mette in pericolo la libertà dei popoli. Oggi si presenta nelle vesti del fascismo turco di Erdogan. È notizia infatti di questi giorni l’invasione messa in atto dalla Turchia, con il beneplacito di Trump e il silenzio-assenso di Assad e alleati, ai danni del Rojava, il Kurdistan occidentale, dove è in corso un’esperienza di gestione sociale confederale e libertaria, laica, ecologista e femminista. Si tratta di un atto gravissimo, le cui conseguenze possono portare a un arretramento rispetto alla lotta all’ISIS fatta in questi anni nella regione, in cui le forze curde sono sempre state in prima fila. Conosciamo inoltre benissimo i rapporti di presunta connivenza tra il governo turco e le forze jihadiste, quindi non deve stupire la notizia riguardante sacche di Daesh che si riattivano contro i curdi in concomitanza dell’attacco turco. Noi comunisti-anarchici rimaniamo convinti che il Confederalismo Democratico attuato in Rojava sia l’unica soluzione per lo sviluppo civile e sociale non solo del Kurdistan e della Siria ma di tutto il Medioriente. Questo attacco è la dimostrazione che esperienze del genere spaventano le classi dominanti, le quali tentano di stroncare ogni alternativa al sistema attuale. Ogni persona che ha cuore la democrazia e la libertà non può rimanere indifferente davanti a un’offensiva di questa portata; siamo a fianco  del popolo partecipiamo e promuoviamo a tutte le iniziative a sostegno del Kurdistan occidentale che si svolgeranno in questi giorni in tutta Italia, invitando tutte e tutti a fare altrettanto, affinché la resistenza del popolo curdo diventi la resistenza dei popoli di tutta la terra.

72332540_2454128094625000_7812028483260907520_o

Saremo (almeno) qui

Comunicato anarchici e libertari delle Marche

 

 

Contro l’aggressione Turca e in solidarietà con l’Amministrazione Autonoma nel Nord della Siria

Ultimo aggiornamento 12/12/2019
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Dalla stagione delle lotte operaie e studentesche alla strategia della tensione

    Sono passati 50 anni da quel 12 dicembre del 1969, quando a Milano in Piazza Fontana scoppiò una bomba nella Banca Nazionale dell’Agricoltura e fece una strage di vittime innocenti,

  • Eppur la nostra idea….

    La strage di Piazza Fontana arriva con alle spalle un decennio di lotte operaie e giovanili. Un decennio in cui la rabbia delle nuove generazioni operaie, costrette a spostarsi dal

  • La strage è di Stato

     Venerdì 12 dicembre 1969 il giorno della strage di Piazza Fontana. La notte del 15 dicembre l’assassinio di Pino Pinelli. Due date che segnarono in maniera indelebile la generazione che

  • Prima della bomba

    Una breve CRONOLOGIA di avvenimenti che precedono la strage e l’assassinio di Giuseppe Pinelli. 28-29-30 giugno 1960. Genova manifestazioni di protesta per impedire il congresso del Movimento Sociale Italiano, partito

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di di Piazza Fontana,a 50 anni dalla strage. PER SCARICARLO  PER RICHIEDERLO   Correlati

  • Per un’ecologia radicale all’altezza dell’urgenza

    In un momento storico dove finalmente le mobilitazioni sul clima hanno assunto un carattere globale e di massa, abbiamo ritenuto importante affiancare questo quaderno alla nostra presenza nelle piazze, per

  • Bolivia – No al golpe militare

    Respingiamo l’azione golpista che si sta sviluppando in Bolivia. Sotto la pressione dell’imperialismo, dell’esercito boliviano (erede della dittatura di Hugo Banzer), della estrema destra boliviana, la rinuncia di Evo Morales

  • Sul Cile le dichiarazioni della Federazione Anarchica di Santiago

    Seconda Dichiarazione Sull’esplosione sociale nella regione cilena, la Federazione anarchica di Santiago dichiara: 1- Le crepe del modello neoliberista stanno diventando più grandi, la situazione ha superato tutti i margini

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero parliamo di solidarietà internazionale, e potete trovare -Con il popolo cileno, contro la stretta repressiva di Pinera -Dichiarazione di sostegno alle mobilizzazioni del popolo catalano -Contro l’aggressione

  • ANALISI DELLA SITUAZIONE LATINAMERICANA

    America latina, terra indomita e ribelle, erede di secoli di lotte e resistenze, dove la magia invade il realismo, luogo in cui stiamo attraversando una situazione critica in termini ecologici,



 

Forum