Alternativa Libertaria_FdCA

#Palestina Israele, report dalla lotta popolare e antifascista maggio 2018

giugno 02
20:10 2018

Jerusalem Antifa Jerusalem Antifa
13 maggio 2018

Attivisti antifascisti da Gerusalemme hanno compiuto un’azione contro l’annuale iniziativa nazionalista della “Parata della Bandiera”, nella quale migliaia di persone vengono a marciare e ad appiccare i fuochi dell’odio nelle nostre strade, con migliaia di bandiere nazionali e canti razzisti e fascisti pieni d’odio. L’azione è stato anche un atto di solidarietà verso i negozianti palestinesi costretti a chiudere così che la parata potesse passare attraverso le loro strade.

Gli attivisti hanno srotolato un enorme striscione all’incrocio principale del percorso della parata tra via Re Giorgio e Via Yehuda.
La polizia israeliana ha arrestato 6 attivisti e dopo l’interrogatorio e una lunga attesa li ha rilasciati ma ha sequestrato lo striscione perché avrebbe “ferito la pubblica sensibilità”.
Lo striscione recita: “Gerusalemme contro il nazionalismo” in ebraico e in arabo.
La nostra Gerusalemme è una città di Amore, Accoglienza e Diversità, e non permetteremo a nessuno di dipingerla con colori che ci portano solo più Odio, Nazionalismo e Violenza.

Antifa Gerusalemme / Al Quds

 

Bil’in, venerdì 18-5-18, 687esima manifestazione settimanale non-violenta. Lotta contro l’occupazione, il muro / recinzione di separazione e i coloni.
5 israeliani dell’iniziativa Anarchici contro il Muro e 1 attivista internazionale si sono uniti agli attivisti del villaggio.
Ci siamo concentrati presso il frutteto del querceto Abu Lamun e abbiamo marciato cantando verso la sezione del muro più vicina all’insediamento. Dato che la manifestazionb'lin 18maggio18e è cominciata un po’ tardi, le forze di stato israeliane si sono stancate e se ne sono andate prima che la manifestazione cominciasse.
Quando abbiamo raggiunto il muro abbiamo detto ai coloni vicini e alle forze di stato assenti cosa pensiamo di loro prima di ritornare al villaggio.

 

Bil’in, venerdì 11-5-18, 686esima manifestazione settimanale non-violenta. Lotta contro l’occupazione, il muro / recinzione di separazione e i coloni. 7 israeliani dell’iniziativa Anarchici contro il Muro e 5 attivisti internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio.
Abbiamo marciato cantando verso il cancello del muro di separazione. Molti membri delle forze di stato israeliane ci osservavano dalla collina oltre il muro per proteggerlo dalla nostra rabbia.
Quando abbiamo raggiunto il cancello ci siamo rivolti ai membri delle forze israeliane dicendogli cosa pensiamo di loro e dell’occupazione. Poi abbiamo marciato lungo il muro fino ad un punto in cui eravamo difronte alle forze di sicurezza e abbiamo continuato ad affrontarli. Dopo un po’ ci siamo incamminati fino al punto più vicino all’insediamento e per un po’ ci siamo rivolti ai coloni che abbiamo visto in lontananza dietro il muro prima di tornare al querceto Abu Lamun.  B'lin 11 518

 

Bil’in, venerdì 4-5-18, 685esima manifestazione settimanale non-violenta. Lotta contro l’occupazione, il muro / recinzione di separazione e i coloni. 3 israeliani dell’iniziativa Anarchici contro il Muro e 3 attivisti internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio.
Abbiamo marciato cantando fino al cancello del muro di separazione. 3 membri delle forze di stato israeliane ci stavano osservando dalla collina oltre il muro di separazione per proteggere il muro dalla nostra rabbia.
Quando abbiamo raggiunto il cancello abbiamo detto alle forze di sicurezza israeliane cosa pensiamo di loro e dell’occupazione. Poi abbiamo marciato cantando lungo il muro fino al punto più vicino all’insediamento e per un po’ ci siamo rivolti ai coloni che abbiamo visto lontano oltre il muro prima di tornare al querceto Abu Lamun.

 

About Author

webmistress

webmistress

Related Articles

Ultimo aggiornamento 21/05/2019
Perché non destinare il tuo
5x1000 a Solidarietà Libertaria?
Per farlo, basta indicare nell'apposita riga del 730 o del modello UNICO il codice fiscale dell'associazione:
90015930416
Il ricavato sarà usato per sostenere progetti di editoria e solidarietà libertaria, anche internazionali, e per le attività dell' Archivio Franco Salomone
passa al sito web storico

Ultimi articoli

  • Ecosocialismo: riformista o rivoluzionario, statalista o libertario?

    Ecosocialismo: riformista o rivoluzionario, statalista o libertario? L’idea di un “Green New Deal” è stata sollevata in risposta alla minaccia del clima e della catastrofe ecologica. Due di queste proposte

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero potete trovare: -Europa -Una possibile lettura della fase -il cappio e il  collo PER SCARICARLO Correlati

  • Europa

    Il 26 maggio i cittadini italiani voteranno per eleggere il nuovo parlamento europeo, e saranno chiamati alle urne 400 milioni di elettori europei. Diverse centinaia di candidati sono pronti a

  • Morire di lavoro

    Uscire di casa per andare al lavoro e non tornare più. E’ successo ancora, questa volta a Cremona, dove un operaio di 28 anni, Marco Balzarini, ha perso la vita

  • Buon Primo Maggio

    Correlati

  • Il foglio telematico di Alternativa Libertaria

    In questo numero potete trovare: -Appunti per un contrattacco -Antifascismo e fasciocapitalismo -L’antisionismo non è antisemitismo PER SCARICARLO Correlati

  • 25 aprile –  dalla Sicilia

     Liberiamoci dal fascismo Liberiamoci dal capitalismo Non crediamo che la storia si possa ripetere come una fotocopia, però da essa provengono esperienze e insegnamenti utili a comprendere il presente. Il

  • 25 aprile- dalle Marche

     Comunicato congiunto Altro che superato….l’antifascismo oggi come ieri per noi significa resistenza viscerale da parte degli sfruttati di sempre verso il cane da guardia di chi ci opprime. E se

  • ALCUNE RIFLESSIONI SULLA TRAGEDIA DI ŌTAUTAHI/ CHRISTCHURCH

    Il 15 marzo scorso due moschee in Nuova Zelanda sono state attaccate da un suprematista bianco armato con quattro armi da fuoco. 50 persone sono state uccise, altre 50 ferite.

  • Fasciocapitalismo e Antifascismo

    Può essere che il fascismo, pur moderando certi suoi aspetti troppo irritanti e che feriscono il sentimento umano, resti e si consolidi come strumento di coercizione violenta, come una spada



 

Newsletter

Forum